7733 001

Hockey

Annika Larsson

Date
07.02.2005 | 06.04.2005
Location
Massimo De Carlo, Milano
La Galleria Massimo De Carlo presenta l'ultimo lavoro di Annika Larsson, Hockey (2004, DVD, 25 minuti). Nella sala dai muri rigorosamente bianchi si susseguono le immagini di una partita di hockey tra due squadre senza nome in uno stadio completamente vuoto, il Globe Arena di Stoccolma.Anche questo video, possiede l'affascinante e al contempo inquietante enigmaticità dei lavori precedenti: figure silenziose, intente, partecipi, ma allo stesso tempo inattive, icone estetiche dell'ambiguità elevata ad essenza, personaggi che restano inscrutabilmente impenetrabili. Un mondo inventato da Annika Larsson in cui gli uomini, i personaggi, oltre ad indossare degli abiti che sono o ricordano delle divise, si guardano, agiscono, giocano come se celebrassero un rito mai concluso. Annika Larsson, chiaramente attratta dal controllo, ci mostra una realtà che sembra solo apparentemente sotto controllo, infatti al tempo stesso ci comunica un profondo senso di confusione e di ambiguità. Alla base del suo ossessivo modo di lavorare c'è l'intenzione di evocare situazioni e sentimenti sconosciuti e imprevedibili.Il linguaggio di Annika Larsson si articola attraverso la forza dei dettagli, la lentezza dell'azione, la nitidezza delle inquadrature e la suggestione del sonoro, una musica synth-pop arrangiata dalla stessa Larsson e da Tobias Bernstrup ed eseguita da Bernstrup, che incorpora rumori caratteristici del gioco dell'hockey.Nata nel 1972 a Stoccolma e laureata presso la Royal Academy of Fine Arts di Stoccolma, vive e lavora a New York. E' stata invitata a partecipare nel 2004 alla Biennale di Siviglia e a Contested Fields presso il Des Moines Art Center. Nel 2003 alla Biennale di Istanbul e alla KunstFilmbiennale di Colonia. Tra le numerose personali in istituzioni museali ricordiamo le mostre all'I.C.A. di Londra, allo S.M.A.K. di Gent e al Museum für Gegenwartskunst di Basilea.Mostra curata da Paola Clerico